7 regole d’oro per scrivere una lettera di presentazione efficace per Personal Trainer

Che tu sia alle prime armi o meno, in questo articolo ti condivido dei consigli utili affinché tu possa distinguerti dagli altri e scrivere una lettera di presentazione efficace. Magari hai intenzione di promuoverti come PT nel centro fitness vicino casa o in qualsiasi altro luogo del benessere fisico. Per farlo devi offrire un profilo in linea e sopratutto far percepire la tua professionalità, i tuoi obiettivi e il valore aggiunto unico che puoi dare alla palestra o centro fitness.

1. Utilizza un indirizzo email professionale

Eh sì, può sembrare banale e scontato, eppure non lo è. Sono ancora in tanti a commettere questo grave errore. Quale titolare di palestre o addetto alle risorse umane risponderebbe mai a ercolinomuchomacho90@msn.com? Credo…nessuno. Per cui con gli strumenti gratuiti a disposizione spendi 10 min del tuo tempo per crearti un account di posta con gmail (es. giovanni.rossi@gmail.com). Molto più professionale non credi?

2. Sii specifico nell’indirizzare la mail

Se conosci bene l’indirizzo del destinatario, che si tratti del titolare o responsabile del personale, introduci la lettera con un testo tipo “Alla gentile attenzione di…” + nome e cognome. Essere preciso e determinato già dall’intestazione farà percepire subito la tua personalità forte. L’ho testato nel mio campo, fidati 🙂

3. Sii te stesso, vero e originale. Sempre e comunque.

Già dalle prime battute chi legge deve percepire l’unicità della tua persona e il perché di ciò che sei ti rende diverso dagli altri. Usa un tono informale ma al contempo brioso e professionale, evita come la peste il “burocratese” con termini tipo “volevo informarLa”, “La Ringrazio” e via dicendo. Devi essere una Mucca Viola, per dirla alla Seth Godin (uno dei miei autori preferiti). Ancora meglio se utilizzi un linguaggio persuasivo e ipnotico che possa letteralmente inchiodare il lettore, tanto da non poter fare a meno di leggere tutta la tua presentazione.

4. Quali contenuti inserire nella lettera di presentazione

Cosa scrivere? Chiediti prima quali siano i tuoi punti di forza rispetto alla figura ricercata o per la quale ti stai autocandidando. Per facilitarti in questa operazione ti propongo un modello da seguire affinché tu possa avere le idee chiare e arrivare dritto al sodo.

  1. chi sei e perché stai scrivendo
  2. perché l’azienda dovrebbe scegliere te
  3. curriculum e liberatoria per la privacy
  4. disponibilità e saluti

Non strafare con paroloni o virtuosismi linguistici inutili. Parla in prima persona, prediligi la forma attiva e sii suadente e semplice. Fai capire subito chi sei e il motivo forte per cui potresti essere il candidato ideale. Evita frasi ridondanti o giri di parole. Sii dinamico e colloquiale. Crea empatia con chi legge e trasmetti gioia, positività ed entusiasmo. In pratica fai emozionare.

Indica quelle che sono le tue competenze raggiunte (no all’elenco di certificazioni e master, per quello c’è il CV), gli obiettivi professionali e cosa ti spinge a voler lavorare per il centro in questione. Se la posizione per la quale ti stai candidando è precisamente in linea con le tue esperienze pregresse ti consiglio di evidenziarlo in grassetto.

Se si tratta di una candidatura spontanea, metti in luce le tue skills, al fatto che vuoi migliorare e accrescere la tua esperienza sul campo e sopratutto che sei mosso da una buona dose motivazionale per il bene dell’azienda. Fai trasparire il tuo lato umano, coerente e reale.

Nel terzo paragrafo specifica e ricorda che alleghi il tuo curriculum vitae, e non ti dimenticare di inserire la liberatoria per la privacy con una frase del tipo “Allego il mio curriculum vitae e La autorizzo al trattamento dei miei dati personali secondo quanto stabilito dal D.Lgs. 196/2003”.

Alla fine scrivi che sei disponibile per un colloquio conoscitivo e ringrazia con una frase tipo “Grazie del tempo prezioso che mi ha dedicato, le auguro una piacevole giornata”.

5. Less is more

Nessuno leggerà mai una mail chilometrica, le persone preferiscono la sintesi chiara e concisa del tuo messaggio. Per cui concentra i tuoi sforzi nella stesura di una lettera di presentazione diretta, semplice ed esaustiva.

Mi raccomando anche alla forma, e cioè stai attento all’ortografia e alla sintassi. Rileggila più volte e anzi sottoponila a qualche conoscente. Capita a tutti di lasciarsi dietro qualche refuso, tranquillo siamo esseri umani.

6. Impostazione grafica e linguaggio

Per ottenere una buona prima impressione con la tua lettera di presentazione l’ideale sarebbe avere non più di 400 parole e quindi 20 righe al max. Altro consiglio che ti posso dare è quello di immaginare di scrivere la lettera a un caro amico.

Alienati per un attimo e dai libero sfogo alle tue idee ed emozioni secondo il modello di cui sopra. Quanto più sarai umano e sincero, tanto più risulterai efficace e carismatico. Quindi un tono discorsivo e “confidenziale” risulta più credibile e sincero rispetto ai modelli tradizionali, cui ci hanno abituato in passato.

7. Personalizza la lettera di presentazione

Non essere frettoloso e superficiale. Dedica le giuste attenzioni per i dettagli. Se sei veramente motivato a emergere rispetto agli altri, la tua comunicazione deve essere impeccabile. Dimostralo scrivendo una mail che ben si adatti alle richieste esplicite dell’annuncio. Fai capire che hai letto attentamente la proposta e che sei davvero pronto ad accettare la sfida.

Tieni presente che non sei il solo a inviare una candidatura. Ogni giorno quella palestra o centro, in seguito a un annuncio pubblicato, riceve miriadi di email che puntualmente vengono cestinate per lo scarso appeal dei messaggi. Tutti uguali e formali. Tutti triti e ritriti. Tutti scarni e privi di emozioni.

Conclusioni

Volge al termine questa interessante panoramica (almeno lo spero) su come impostare una lettera di presentazione efficace e fuori dalle righe. Ciò nonostante ho deciso di regalare alla mia community un modello replicabile da scaricare gratuitamente.

pdf-icon

Sentiti libero/a di utilizzarlo come meglio credi, e di metterlo subito in pratica qualora avessi intenzione di inviare una candidatura spontanea o rispondere a un annuncio.

Come sempre ti invito a lasciarmi un commento qui sotto per sapere la tua opinione in merito. Chiedi pure e ti sarà dato.

Ehi, se ti è piaciuto l’articolo, potrei sapere che ne pensi?

 

Tag: , ,

Condividi questo post con il mondo!

L'autore: Amerigo

Fondatore di Top Personal Trainer, il blog interamente dedicato al marketing on line per Personal Trainer, Consulenti Fitness e Titolari di palestre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

© Copyright 2015-2019 | Top Personal Trainer by Amerigo Casadei | P. IVA: 07406061213 | Tutti i diritti riservati

Share This

Ti è piaciuto ed è stato utile questo articolo?

Condividilo sul tuo social preferito! Farai contento qualche tuo collega e anche me, perché vorrà dire che lo merito per le informazioni di valore profuse ;-) Enjoy!

Leggi articolo precedente:
5 cose che devi sapere per diventare un Personal Trainer di successo

In questo post ti riporto la traduzione rivisitata di un articolo d'oltroceano circa le 5 buone abitudini motivazionali da adottare...

Chiudi